Nel
1528 i fratelli Gabrielli donarono la chiesa ai padri benedettino-camaldolesi
di Monte Corona vicino a Umbertide, insieme a delle casette annesse utilizzate
come ospizio e ad altri terreni situati su Monte Giove,  permettendo così
un insediamento stabile a Fano dell’ordine e garantendo una residenza in loco
al fratello Galeazzo, diventato
frate
camaldolese con il nome di fra Pietro da Fano
.

Quando con
il Capitolo generale dei coronesi del 1608 fu deciso di costruire l’eremo di Monte Giove, la chiesa diventò appoggio per il cellario, ovvero il priore di
Monte Giove, nelle occasioni in cui doveva recarsi in città e iniziò a restare
spesso chiusa al culto. Con le aperture sempre più rare, inizia una graduale ma
costante incuria tanto che a fine ‘700 l’immagine della Madonna in essa
conservata viene trasferita a San Paterniano per preservarne il culto.

Descrizione

Politica di spedizione

richiedi coupon Zion Fano CLICCA E RICHIEDI IL TUO BUONO SCONTO